laradiosveglia bisestile

la settimana che contrassegnava la bisestilità dell’anno è finita..

laradiosveglia bisestile

ecco i contenuti delle puntate

puntata del 24 febbraio-  Pandimia

io e Damiano ci siamo fatti prendere un po’ dall’ordinanza e, pur non volendo vertere su questo,  la puntata ha girato intorno al virus.. come molte altre

certo non abbiamo tralasciato le nostre rubriche

i personaggi del giorno  sono stati un po’ confusi  perchè del 24 c’era solo

Batista Vinatzer  ( min 7)

con  Damiano abbiamo ricordato la stampa e il primo libro stampato in serie (minuto 10.24)

dobbiamo ringraziare  Ale per averci mandato un estratto della Peste di Camus

e Damiano poi ci ha portato grazie alla sua bella rubrica a

Pamukkale nel bianco della Turchia  (min 31)

il luogo da visitare è stato legato al carnavale.. in particolare due

(min. 42) quello di Acquasparta, aveva un bel nome , e la falesia di riferimento sono le gole del Fiorello  poi però ci piaceva anche andare in Sardegna  per il carnevale di Cuglieri   (min.45)  dove le maschere sono #cotzulados

La frase di Italo Calvino ha chiuso tale prima puntata da quarantena

“prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità , ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”  (min.54)

la musica

Holiday song – Pixies  ( 4.00 min)

Buy – RhCp (14.00 min)

Balkan – Dubiosa Kolectiv ( 27.00)

You know you’re right – Nirvana (38.00)

Monkey Wrench – Foo fighters (47.00)

puntata del 25 febbraio – i folli

i personaggi (min 24 )erano

Michele Caminati 

Tom Ballard

Daniele Nardi

abbiamo parlato di terrapiatta ed eroi ricordando la dipartita di Mad mike Huges ( min. 13)

di scimmiette a Shigakogen nel Giappone (min. 37)

mentre la frase era legata alla follia

“Ti viene data solo una piccola scintila di Follia, non devi perderla ” R. Williams

musica

 

free.-mp3 direct base song – Dubiosa Kolektiv ( min. 8.00)

in un certo qual modo – Ghemon  (min.20.00)

bad decision- strokes ( min. 30.00)

an early bird – talk to strangers (min.45.00)

puntata del 26 febbraio – immagina

ho fatto la regia  :):)

personaggi dal minuto 8.00

Fritz Wiessner

Natale  Calvi

Damiano ci ha portato nel grand canyon ( min 20)

invece siamo andati a visitare i luoghi legati a carnevali curiosi vicino  a Viterbo  in particalare  ad Acquapendente per incontrare  Saltaripe e trovare le fregnacce (min 30) e fare un po’ di blocchi a  Viterbo  

siccome però volevamo  coprire zone più ampie siamo andati pure a Montemarano a trovare i caporabballo che si dedicano alla Tarnatella grazie anche Gianbattista Basile

la frase era di Malcolm de Chazal

” la memoria ha 5 porte d’entrata : i 5 sensi

e una sola d’uscita : l’immaginazione”

canzoni

House of Pain – Jump Around ( min. 4.00 )

Louis Amstrong –  it don’t mean nothing  (min. 15.00)

Eagles of death metal – St . Berdo (min. 26.00)

Fra quintale – 64 bars (min. 39)

Propaghandi – Victory Leap ( min. 50)

 

 

 

puntata del 27 febbraio

ops manca il podcast 🙂 però sono andata in radio l’ho fatta!  l’ho fatta!

tipo che siamo stati al Carnevale di Cento e abbiamo pure parlato del drytooling

e del crudele giovedi grasso friulano

con la falesia di Villa Santina

la frase era di Jacques Wirion

e dice:  ” Gli specchi sono stati utilizzati per verificare se la maschera è ancora in ordine ”

puntata del 28 febbraio – coriandolo di carnevale

la puntata era con Pandi

qua non metto il minutaggio perchè non ci sono state interruzioni musicali..  o meglio non nel podcast

però al 3 minuto è iniziato ma che la pianti con il nostro agronomo

mentre al minuto 13 abbiamo iniziato i personaggi Gianni Comino

il carnevale di cui  invece abbiamo parlato era quello di Viareggio

 

la frase di chiusa è stata di Artur Bloch

” la nostalgia è rendersi conto che le cose non erano insopportabili come sembravano allora”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *